Produrre farine adatte a soggetti intolleranti e allergici

schermata-2016-11-21-alle-21-17-37

Intolleranze e allergie alimentari sono purtroppo in crescita nella popolazione e sempre più persone necessitano di eliminare alcuni alimenti dalla loro dieta. Farlo non è sempre agevole, soprattutto perché i prodotti per soggetti intolleranti e allergici sono spesso difficili da trovare e molto costosi – a fronte di una qualità del prodotto non eccelsa, anche dal punto di vista dei sapori – e anche perché c’è spesso il rischio di contaminazioni crociate in stabilimenti che utilizzano i prodotti responsabili delle allergie.

Fatte queste premesse, è facile rendersi conto di come il mulino domestico costituisca un’ottima possibilità per chi si trovi a vivere questa situazione. In effetti con questo elettrodomestico è possibile produrre in modo autonomo le farine da utilizzare nelle preparazioni alimentari con la certezza di utilizzare solo i prodotti consentiti, ed eliminando alla radice il rischio rappresentato dalle contaminazioni crociate. Così, chi, ad esempio, è allergico al glutine, può preparare tutte le farine che vuole usando solo cereali – come il riso o il mais – che non contengono questa sostanza. Invece di spendere cifre importanti in cibi speciali, il soggetto allergico potrà, con un po’ di tempo a disposizione, preparare in autonomia pane, pasta e dolci, sperimentando nuove ricette e riscoprendo il piacere del mangiare bene e con gusto. Per i soggetti allergici, autoprodurre le farine con un mulino domestico andrà a tutto vantaggio della sicurezza, della bontà e del risparmio economico.

È importante tenere presente che per macinare con una certa continuità cereali particolarmente duri come il mais, il mulino domestico deve essere di ottima qualità: non basterà un mulino manuale. Servirà invece un mulino elettrico potente. Si possono comperare mulini domestici con caratteristiche di questo tipo a partire dai 300 euro.

Anche chi non ha intolleranze alimentari specifiche, ma soffre di allergia al nichel, può trovare nel mulino domestico un valido alleato per la propria salute. Il nichel è un metallo onnipresente, ma è possibile limitarne la quantità con alcuni accorgimenti. Nelle farine il nichel è presente anche perché la macinatura industriale avviene di solito tramite macine in acciaio e queste rilasciano nichel nel prodotto finale. Con il mulino domestico, questo non avviene perché le macine sono realizzate in pietra naturale: si evita così la contaminazione e si limita la presenza del metallo responsabile dell’allergia nell’alimento.